Photoblurrygraph | Le foto di Enrico Nicolò alla Galleria Browning

08 febbraio 2016

Photoblurrygraph, le foto evanescenti di Enrico Nicolò
Alla Galleria Browning, nell’ambito del Premio Internazionale Biennale d’Arte di Asolo

Enrico Nicolò, Photoblurrygraph - 9, 2011
Sabato 7 maggio alle 18.30, inaugura alla Galleria Browning di Asolo la mostra Photoblurrygraph alla presenza dell’artista Enrico Nicolò e di Andrea Attardi, fotografo, scrittore, critico fotografico e docente ordinario di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.

Secondo un neologismo coniato dall’artista, si intitola Photoblurrygraph la mostra, a cura di Angela Troilo, che Enrico Nicolò terrà alla Galleria Browning di Asolo, dall’8 maggio al 3 giugno 2016, nell’ambito degli eventi collaterali al Premio Internazionale Biennale d’Arte di Asolo, organizzato da Itaca Investimenti d’Arte, con il patrocinio di Provincia di Treviso e Città di Asolo. Enrico Nicolò, fotografo, acquerellista, poeta e scrittore, è il vincitore della sezione fotografia del Premio nel 2012 che, dopo numerose esperienze e riconoscimenti internazionali, torna ad Asolo per un nuovo progetto, al quale seguirà una personale alla Galleria Gallerati di Roma, diretta da Carlo Gallerati.

In mostra, oltre ad alcuni acquerelli, una serie di fotografie analogiche a colori a sfocatura crescente, che offrono un progressivo percorso di visione, sensoriale ed emozionale, dall’appannato fino all’evanescente e all’astratto, realizzato attraverso la graduale perdita del contorno e della forma degli elementi che via via compongono le diverse immagini, eminentemente paesaggistiche e talora abitate dalla figura umana. Il progetto intende anzitutto suscitare nell’osservatore una riflessione sulla soggettività dello sguardo, su quello che vediamo o che crediamo di vedere, e suggerire un sistematico itinerario visivo verso la rarefazione e l’informe che costituisce per l’autore anche la rappresentazione di un cammino di semplificazione, verso un’essenzialità trasfigurata, che può avere a che fare «con la purificazione dello sguardo» e con un viaggio visionario e contemplativo verso l’Assoluto.

Nota la curatrice Angela Troilo: «da un’immagine fortemente impressionista l’artista giunge a uno sfumato astratto, evanescente, dove la fotografia sembra sgretolarsi creando delle macchie di colore in cui paesaggio e spazio si fondono in una cromia pulsante indefinita».

La mostra è accompagnata dall’omonimo libro (pubblicato per la Collana “I Quaderni di Gente di Fotografia”, Gente di Fotografia Edizioni, Modena, 2015) dove l’artista, in 51 opere, ordina il materiale iconografico in cinque classi a fuori fuoco incrementale, cercando, in via sperimentale e teorica al contempo, di “razionalizzare” una materia (quella dello sfocato, del mosso creativo, del sovraesposto/sottoesposto e del loro utilizzo congiunto in modi assortiti) che, nel panorama della fotografia contemporanea, appare da tempo frammentata in tante produzioni, diverse ma affini, di numerosi fotografi. La schematizzazione proposta rappresenta allora anche un contributo metodologico che offre, prima di tutto all’osservatore, una “sistematizzazione” della materia considerata e una chiave di lettura, secondo una plausibile griglia interpretativa.

Di carattere simbolico, intimista e concettuale, gli acquerelli dell’artista, in continuità espressiva sia con le opere fotografiche tendenzialmente astratte photoblurrygraph a colori, sia con la sua fotografia esistenziale in bianco e nero.


Biografia
Enrico Nicolò è nato nel 1957 a Roma, dove vive e lavora. Compiuti gli studi liceali classici, si è laureato in Ingegneria elettronica con indirizzo Sistemi di telecomunicazione. È ricercatore scientifico.
Dal 2001 collabora con “La Voce – Periodico abruzzese”, sia sotto il profilo letterario, pubblicando racconti brevi e poesie, sia sotto quello fotografico autoriale.
Del 2015 è il suo libro di poesie Prima che (Palombi Editori).
È fotografo artista. Pluripremiato, ha esposto in mostre personali e collettive e in festival e fiere d’arte in Italia, Corea del Sud, Inghilterra, Repubblica Ceca e Stati Uniti. Ha pubblicato i libri di fotografie in bianco e nero Oltre il visibile (Polyorama Edizioni, 2013) e Sgridò i venti e il mare – Intuizioni di immagini dai Vangeli (Palombi Editori, 2013) e il libro di fotografie a colori Photoblurrygraph (Gente di Fotografia Edizioni, 2015) e, con Rivista Abruzzese Editrice, le piccole monografie fotografiche Vorrei avere lacrime che mi bagnino gli occhi (2013) e Dive di carta, icone in celluloide (2014).
Scrive di fotografia ed è redattore della rivista bimestrale di arte, cultura e attualità “International Urbis et Artis”, per la quale cura la rubrica “Arte Fotografia”.
È acquerellista.
www.enriconicolo.it

Enrico Nicolò
Photoblurrygraph
a cura di Angela Troilo
8 maggio – 3 giugno 2016
Inaugurazione: sabato 7 maggio, ore 18.30
Interventi: Enrico Nicolò, Andrea Attardi

Galleria Browning
via Robert Browning 167 – Asolo (TV), Italy
Mob. (+39) 346.1443264
Orari: sabato (dalle 15:00-19:30), domenica (dalle 10:00 – 12:30 e dalle 15:00-19:30)
Ingresso libero

Premio Internazionale Biennale d’Arte di Asolo
Convento SS. Pietro e Paolo – Asolo (Tv)
mob. (+39) 346.1443264
infobiennale@itacagallery.com
www.biennaleasolo.org