Ad Hermann Nitsch il Premio alla Carriera 2016

11 marzo 2016

Sarà intitolato a Hermann Nitsch (Vienna 1938), uno dei maggiori protagonisti dell’arte internazionale dalla seconda metà del Novecento, il Premio alla Carriera della quarta edizione del Premio Internazionale Biennale d’Arte di Asolo.
L’artista, molto legato al territorio asolano dove per certi periodi risiede, sarà presente fra gli eventi collaterali del Premio con una rara esposizione delle sue opere e con un suo intervento per il ritiro del Premio.

Hermann Nitsch (Vienna 1938) fin dal 1957 concepisce una nuova forma di opera d’arte totale (Teatro delle Orge e dei Misteri), in cui vengono messi in gioco tutti e cinque i sensi nel corso di azioni e performance dal forte carattere rituale e religioso.
Nel 1961 fonda con Günter Brus e Otto Mühl il gruppo artistico del Wiener Aktionismus in cui le tecniche della pittura gestuale vengono applicate a una forma espressiva che unisce teatro, arte e musica, coinvolgendo in prima persona l’artista nelle condizioni più estreme.
L’artista ha combinato la propria attività performativa con esposizioni, conferenze e concerti in Europa, America e Asia. Sue opere sono incluse in prestigiose collezioni, tra cui quelle dello Stedelijk Museum di Amsterdam, della Tate Gallery di Londra, del Guggenheim Museum di New York. Ha esposto presso il Museum Moderner Kunst Stiftung di Vienna nel 1978, 1999, 2002 e 2004, alla Stadtische Galerie im Lenbachhaus di Monaco nel 1988, al Konsthallen Göteborg nel 1997. Ha inoltre partecipato a Documenta V e VII a Kassel e alla Biennale di Sydney nel 1988. Nel 2007 viene fondato a Mistelbach, a nord di Vienna, l’Hermann Nitsch Museum.

Hermann-Nitsch-Napoli-2008-photo-M.-Cimmino-480x321